contatti  | English

07
MAG
2015

Allevamento

Ad Eurocarne presentazione del progetto pilota veneto Meetbull

Il presidente Floriano De Franceschi: “Efficienza e qualità per ridare dignità al lavoro degli allevatori”.

In occasione di Eurocarne, Arav (Associazione Regionale Allevatori del Veneto) e Aia (Associazione Italiana Allevatori) presenteranno il progetto pilota “Meetbull”, 100% Veneto, frutto della collaborazione con Unicarve, Azove e l’Università di Padova ed approvato dalla Regione Veneto.

 

L’obiettivo dell’iniziativa, nata per avviare una collaborazione tra stalle da latte e stalle da carne con l’uso di seme sessato e la produzione di ristalli meticci da carne, verrà presentato lunedì 11 maggio alle ore 15.00, galleria tra i padiglioni 11 e 12.

 

“Nel corso dell’incontro – spiega il presidente di Arav, Floriano De Franceschiverranno illustrati i principali punti del progetto Meetbull. Si tratta dell’avvio della fase sperimentale della proposta del sistema allevatoriale, approvata dalla Regione Veneto, nata per dare un futuro al comparto veneto della carne, grazie all’integrazione delle stalle da latte e da carne nella filiera”.

 

I lavori saranno aperti da un rappresentante dell’Associazione italiana allevatori e, a seguire, interverranno il presidente di Arav Floriano De Franceschi ed i rappresentanti di Unicarve ed Azove, rispettivamente con i presidenti Fabiano Barbisan e Fabio Scomparin, oltre al professor Giovanni Bittante dell’Università di Padova, partner scientifico del progetto.

 

“In estrema sintesi, il progetto Meetbull – conclude il presidente De Franceschi – si propone di potenziare la produzione di carne bovina veneta, ottimizzando la rimonta interna delle stalle da latte con il seme sessato, sostituendo la produzione di vitelli maschi delle razze da latte con meticci da carne, di valore commerciale nettamente più alto, per l’approvvigionamento dei nostri allevamenti da carne e garantendo, quindi, un prodotto al 100% Made in Italy”.

 

Fonte: Ufficio Stampa Arav

precedente

INCONTRI E PROPOSTE DEL SISTEMA ALLEVATORI A EUROCARNE

successivo

INFLUENZA AVIARIA: COSA PREVEDE IL PIANO DI SORVEGLIANZA...

assomacellai confcommercio federcarni fiesa
trenitalia
svg