contatti  | English

07
MAG
2015

Allevamento

Incontri e proposte del Sistema allevatori a Eurocarne

A Eurocarne sono diversi gli appuntamenti che il Sistema allevatori propone agli addetti specializzati nelle filiere delle carni bovine, suine e ovicaprine.

Si inizia lunedì 11 maggio alle ore 12.00 (Sala Forum del Padiglione 12) con la conferenza stampa organizzata da Aia (Associazione italiana allevatori), Anacli, Anabic, Anaborapi ed Anapri su “L’allevamento della vacca nutrice per la valorizzazione del territorio e della qualità delle produzioni” che sottolineerà, tra l’altro, la sostenibilità della linea vacca-vitello in termini di tutela dell’ambiente, impiego di razze autoctone o di razze specializzate da carne e contributo all’agroalimentare nazionale con una filiera 100% Made in Italy.

 

Nel pomeriggio, sempre di lunedì, alle ore 15.00 (Galleria tra i Padiglioni 11 e 12) verranno illustrati i principali punti del “Progetto Meetbull” organizzata da Aia e Arav, l’Associazione regionale allevatori del Veneto con la collaborazione di Unicarve, Azove e l’Università di Padova. Un progetto nato per dare un futuro al comparto carneo veneto grazie alla messa in filiera delle stalle da latte e da carne.

 

Martedì 12 maggio alle ore 14.00 il focus si sposta sulle carni suine, con un convegno organizzato da Aia e Anas, l’Associazione nazionale allevatori suini su “I temi chiave della suinicoltura italiana” (Padiglione 11, Area Forum by Costa Group), nel corso del quale si parlerà del valore della tradizione per i prodotti suinicoli nazionali e il fabbisogno di innovazione per la sostenibilità della tradizione, ma anche di qualità tecnologica e sensoriale per penetrare il mercato in termini di efficienza in allevamento e in trasformazione, ruolo del miglioramento genetico e impegno in allevamento per la salubrità del prodotto.

 

Nella giornata conclusiva di mercoledì 13 maggio alle ore 14.30 (Padiglione 12, Area Forum) sarà lo volta del convegno organizzato in collaborazione con Assonapa, Associazione nazionale della pastorizia. Al centro la “Globalizzazione dei mercati e garanzia di qualità dei prodotti: sfide ed opportunità per le razze ovine italiane” in cui verranno affrontate le tematiche relative a “La selezione genetica: target e pratica selettiva negli ovini da carne italiani” (a cura della Prof.ssa Francesca Maria Sarti, Professore Associato - Zootecnica e Miglioramento Genetico, Università di Perugia), “La qualità della carne: caratteristica distintiva sul mercato” (a cura del Prof. Riccardo Bozzi, Professore Associato - Zootecnia Speciale, Università di Firenze) oltre ai contributi su “I marchi di qualità: strumenti di valorizzazione del prodotto” con gli interventi di rappresentanti del Consorzio Igp Agnello di Sardegna, del Comitato Promotore Igp Agnello del Centro Italia, della Cooperativa di produzione dell’Agnello delle Dolomiti Lucane e del Consorzio Abbacchio Romano Igp.

 

In collaborazione con: AIA - Associazione Italiana Allevatori

precedente

EUROCARNE, LA ZOOTECNIA VENETA RILANCIA LA LINEA...

successivo

AD EUROCARNE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PILOTA VENETO...

assomacellai confcommercio federcarni fiesa
trenitalia
svg