contatti  | English

23
GIU
2014

Eurocarne

Le filiere delle carni, i consumi e le tendenze sotto la lente di Eurocarne

Dal 25 giugno il road show in Italia. Tre tappe (Legnaro - Padova, Reggio Emilia e Milano) e focus su bovini, suini, trend di mercato.

Incontrare gli operatori delle filiere delle carni sul territorio e favorire una riflessione sui bisogni e le prospettive, per migliorare la redditività complessiva e stimolare nuove opportunità di business. Ci pensa Eurocarne, che in vista della 26ª edizione, in programma a Verona dal 10 al 13 maggio 2015, organizza un Road Show in tre città, con approfondimenti specifici.

«Questi focus su tematiche specifiche della filiera sono uno dei vantaggi dell’organizzazione diretta di Eurocarne da parte di Veronafiere - dichiara il presidente di Veronafiere, Ettore Riello - che può contare dalla prossima edizione del 2015 su una più forte internazionalità e su soluzioni a misura degli espositori, dei visitatori e delle diverse filiere della carne».

 

Le date del Road Show

Il debutto di «Eurocarne 2015 Road Show» sarà il prossimo 25 giugno alle ore 10 a Legnaro (Padova), presso la sede dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (viale dell’Università, 10, Legnaro). Dopo la presentazione delle peculiarità del nuovo corso di Eurocarne 2015 (appuntamento comune a tutte le tappe del Road Show), il tema che analizzerà l’Osservatorio di Eurocarne sarà la Politica agricola comune 2020 rispetto alle carni bovine e alle opportunità per riorganizzare il settore in Italia. Seguirà la presentazione di una case history legata al packaging tra innovazione e praticità, con particolare attenzione al confezionamento sottovuoto.

Si concluderà con una degustazione di carni a cura dell'Associazione macellai veronesi, presieduta da Mario Giuliatti.

Il secondo appuntamento sarà invece dedicato alla filiera suinicola e si svolgerà il prossimo 2 luglio a Reggio Emilia (ore 10), nella sede provinciale di Confesercenti (via Giuseppe Galliano, 8D, Reggio Emilia).

Si parlerà di qualità e delle sue evoluzioni, dal punto di vista degli allevatori. Sotto la lente finiranno anche le tecniche sull’appendimento e la stagionatura dei salumi, vista dal segmento industriale e nell’ottica di guadagnare marginalità. Chiuderà una degustazione di Mortadella del Salumificio Palmieri.

La terza tappa sarà invece a Milano ed è in calendario per il prossimo 9 luglio (ore 10), alla Scuola de La Cucina Italiana (piazza Aspromonte, 15, Milano). L’attenzione si concentrerà sui nuovi trend nel banco carni, nella grande distribuzione organizzata e in macelleria. Seguirà uno show cooking e una degustazione, realizzato dalla macelleria Pellegrini, una delle più importanti in Italia.

 

Strumenti di approfondimento del mercato

«Eurocarne 2015 vuole offrire un servizio in più agli operatori del comparto carneo, con focus altamente specializzati sulle filiere e sui consumi - afferma il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani - perché riteniamo indispensabile fornire strumenti utili di valutazione per affrontare il futuro. Se ad esempio il futuro della suinicoltura, nonostante le difficoltà che attraversa, sono piuttosto rosee, con consumi previsti in aumento a livello mondiale, differente è la situazione delle carni rosse, il cui mercato dovrà individuare soluzioni per fronteggiare un probabile calo delle vendite in Italia e in alcuni Paesi dell’Unione europea. I Road Show di Eurocarne, come tappe di avvicinamento alla manifestazione del prossimo maggio a Verona, vogliono essere dei vademecum per la filiera».

 

Fonte: Servizio Stampa Eurocarne-Veronafiere

  • articoli più recenti
  • articoli più letti
assomacellai confcommercio federcarni fiesa
trenitalia
svg